Una breve storia di Baidu

Guardando al successo di Baidu, potremmo dire che il suo successo deriva dal protezionismo di Pechino e dai downloader di musica gratuiti. Ora, il motore di ricerca vuole diventare internazionale ma riuscirà contro Google?

Baidu

A tredici anni dalla sua nascita, Baidu è diventato il 1° sito web in Cina e il 6° nel mondo. Domina il più grande mercato mondiale di utenti Internet: la Cina ha 570 milioni di utenti. La quota di mercato di Baidu ha raggiunto l'80%. Il suo fondatore Robin Li, numero 4 nella lista dei miliardari cinesi, stima che Baidu risponda a più richieste di qualsiasi altro motore di ricerca. La protezione governativa e il download di musica senza copyright sono di grande aiuto.

2000: inizia la storia

All'inizio, Robin Li era arrabbiato con Larry Page e Sergey Brin, i due fondatori di Google. Li accusò di aver copiato la sua idea. Ha detto di essere stato il primo a depositare un brevetto sull'analisi dei link prima della tecnologia Page Rank di Google nel 1996. Questo metodo è stato chiamato RankDex. Quando osserviamo il brevetto di PageRank, possiamo vedere che il RankDex è citato.

Ma dopo questa storia, ha deciso di raccogliere 1,2 milioni di dollari da diversi investitori nella Silicon Valley, e poi nel 2000 è andato a Pechino e ha fondato Baidu. Ha preferito farlo a Pechino al contrario di Hong Kong (quando Internet ha meno censure) ma ha detto che il governo cinese potrebbe considerarlo un traditore e questo potrebbe rovinargli la vita.

In primo luogo, Baidu era solo un motore di ricerca per grandi siti Web come Sina o Sohu, ma nel 2001 Robin Li decise di creare il proprio motore di ricerca per la popolazione di massa. Tre anni dopo aver raccolto 25 milioni di dollari, Baidu era sulla soglia della redditività.

Quindi gli investitori vorrebbero vendere l'azienda ad altre grandi aziende come Google, Microsoft o Yahoo, ma il suo fondatore Robin Li li ha convinti a fare un'IPO al Nasdaq di New York. Il 5 agosto 2005 la quota di Baidu è passata da 27 dollari a 122 dollari, valutando l'azienda oltre 4 miliardi di dollari. Già a quel tempo, l'accesso alla musica pirata rappresentava oltre il 40% del traffico dei motori di ricerca.

Cos'è Baidu ora e quali progetti per il futuro?

A distanza di otto anni, possiamo dire che è quasi una vittoria impeccabile perché Google ha perso quasi tutta la sua quota di mercato in Cina e il valore di Baidu è di oltre 40 miliardi di dollari, e tutti i competitor locali sono stati sminuiti dai brillanti dati di Baidu. Tuttavia, il governo inizia a sviluppare un proprio motore di ricerca in collaborazione con China Mobile e l'agenzia di stampa Xinhua. Il problema anche per i concorrenti è che Baidu ha molti altri servizi come una controparte di Wikipedia chiamata Baidu Baike, una piattaforma di e-commerce (Baidu You), una piattaforma di domande/risposte Baidu Zhidao, una piattaforma musicale Baidu MP3 , eccetera.

Per quanto riguarda il futuro, Baidu non esita a mostrare la propria ambizione per i mercati esteri, ha una piccola presenza in Giappone ma la concorrenza con Google è troppo agguerrita. Il problema all'estero sarà anche con la pirateria musicale. Baidu è infatti nella lista nera della RIAA (Recording Industry Association of America).

© 2021 motori-di-ricerca.org