Una breve storia di Bing

Microsoft ha una lunga storia di fornire agli utenti di Internet motori di ricerca molti anni prima di sviluppare Bing. Poiché un gran numero di persone va online alla ricerca di risposte, avere un potente strumento di ricerca nel tuo portafoglio è un grosso problema. Microsoft lavora in questo campo dalla fine degli anni novanta, quando MSN Search ha visto per la prima volta la luce del giorno - o lo schermo del computer - nel 1999.

Da allora, il motore di ricerca di Microsoft ha subito numerosi sviluppi e cambi di nome, essendo noto come Windows Live Search e quindi solo Live Search, prima di essere completamente rinominato e aggiornato. Questo enorme sforzo per rinnovare il motore di ricerca e competere con altre autorità nel settore si è concluso nel 2009, quando una serie di servizi offerti sotto l'ombrello di Live Search come Live Search QnA o Live Product Upload sono stati finalmente chiusi e Bing è stato svelato.

Il CEO di Microsoft Steve Ballmer ha presentato per la prima volta Bing al mondo della tecnologia nel maggio 2009 in una conferenza a San Diego chiamata "All Things Digital". Il servizio è diventato ampiamente disponibile il mese successivo. Il nome Bing è stato scelto per una serie di motivi che sono rimbalzati su un focus group: è facile da ricordare, si trasferisce molto bene in diverse lingue e ricorda alle persone il suono onomatopeico spesso associato alla scoperta di qualcosa o alla ricerca della risposta a una domanda.

Storia dell'azienda Bing: Bing non è Google

Nella comunità degli sviluppatori di software circolavano barzellette che il significato di Bing fosse "Bing non è Google", ma non c'è mai stata una risposta ufficiale da parte di Microsoft in merito. Bing Company History mostra un altro nome seriamente considerato per il motore di ricerca ed era Bang ma l'idea è stata abbandonata in quanto era meno rilevante convertire la parola in un verbo quando si parlava dell'attività di ricerca di qualcosa su Internet (es: “Lasciami Bing questo!”).

Il titolo provvisorio del progetto in Microsoft era Kumos, la parola giapponese per cloud. Una delle caratteristiche più significative di Bing è il modo in cui è programmato per organizzare i risultati di ricerca per categorie. Per le ricerche in determinati campi, ad esempio persone, intrattenimento, salute o eventi, il software visualizza un breve menu sul lato sinistro dello schermo chiamato Riquadro Esplora. Questa sezione organizza i risultati per categorie rilevanti come immagini, citazioni, problemi, biografia o fatti.

Queste categorie vengono scelte in base alle ricerche correlate più probabili che un utente eseguirà. Ad esempio, quando si cerca il nome di una celebrità, è molto probabile che gli utenti di Internet eseguano una ricerca successiva della loro biografia. Bing integra anche queste categorie nella sezione dei risultati principali. A volte organizzando i risultati in gruppi per impostazione predefinita e visualizzando i primi tre risultati in ogni gruppo di ricerca nella pagina principale.

Bing è disponibile in numerose lingue. Nel 2012 Microsoft ha annunciato il desiderio di connettersi ulteriormente con i propri utenti includendo una terza colonna nel layout del motore di ricerca che consentirà agli utenti di dare un'occhiata all'attività dei propri feed di social media.

Fin dai suoi inizi, Bing ha conquistato lentamente ma costantemente la quota di mercato dei suoi concorrenti. All'inizio del 2011, Bing Company History mostra che la sua quota di mercato è aumentata al 12,8%. Nel febbraio di quell'anno Bing batté Yahoo! quando ha ricevuto una quota di ricerca del 4,37% rispetto al 3,93% di Yahoo!. Tuttavia, nel 2009, Microsoft e Yahoo! fatto un accordo che vede ancora Yahoo! ricerche alimentate da Bing.

Microsoft ha inviato Bing nel 2009 con un enorme budget di marketing per il suo debutto, che si pensa fosse compreso tra $ 80 milioni e $ 100 milioni. Gli annunci spiegavano le caratteristiche e le funzionalità di Bing. Miravano a far sì che gli utenti di Internet passassero a Bing da qualsiasi motore di ricerca utilizzassero in precedenza. Una campagna pubblicitaria successiva e più stravagante è arrivata nel 2010, quando Microsoft ha creato una piccola telenovela completa di dialoghi in spagnolo e sottotitoli in inglese, in cui a una ragazza viene mostrato quanto sia facile trovare biglietti del cinema o informazioni di viaggio con Bing.

© 2021 motori-di-ricerca.org