Una breve storia di Google

Riesci a immaginare un mondo senza motori di ricerca? Prima dell'invenzione di Archie, un motore di ricerca basato sul web semplice ma efficace, di Alan Emtage nel 1990, trovare qualcosa online era tutt'altro che piacevole. Questo è stato un punto di svolta per gli utenti di Internet in quanto è stato seguito da vicino dal lancio di molti altri motori di ricerca più grandi e migliori, tra cui Excite, Yahoo, Infoseek, AltaVista, Ask Jeeves e, naturalmente, l'ormai popolare Google. Sebbene i motori di ricerca popolano risultati di ricerca contestuali altamente personalizzati in una frazione di secondo, c'è più di quello che sembra. Questo, a maggior ragione nel caso di Google, leader mondiale nella ricerca online, con la sua enorme quota di mercato dell'88,47%, per non parlare dei suoi numerosi altri prodotti e servizi. Se ti sei sempre chiesto la storia di Google, incluso come ha conquistato il mondo della ricerca su Internet, questo post è per te. Ti guidiamo attraverso una cronologia dei momenti più importanti di Google, dai suoi umili inizi ai suoi ambiziosi piani per il futuro.

L'inizio di una nuova era nella ricerca su Internet

Un motore di ricerca, in poche parole, è un programma software che ti aiuta a trovare contenuti appropriati online (video, testo, immagini, ecc.). Ordina/indicizza i siti del world wide web in base a vari parametri come la densità delle parole chiave di ricerca nel contenuto del tuo sito, i backlink, ecc. Quando esegui una query in una parola chiave o una frase, passa attraverso il suo database di siti scansionati e popola gli indirizzi di quelli che ritiene più rilevanti. L'ordine in cui tali siti sono classificati si basa su un algoritmo di ricerca interno che decide quanto sono utili per te, con il maggior numero di risultati di ricerca nella prima SERP (pagina dei risultati dei motori di ricerca) che è il più pertinente. La SERP può anche portare annunci a pagamento secondo il modello PPC (pay-per-click) nella parte superiore dei suddetti risultati di ricerca organici.

La storia di Google è incompleta senza menzionare i suoi inizi piuttosto semplici. Due dottorandi della Stanford University, Sergey Brin e Larry Page, si sono incontrati nel 1995 e hanno iniziato a lavorare a un progetto di tesi che descriveva nel dettaglio le proprietà matematiche di Internet. In altre parole, il dinamico duo era interessato a dimostrare che maggiore è il numero di backlink di qualità che puntano a un sito, più è rilevante per uno specifico argomento di ricerca/parola chiave. Ciò era in contrasto con i precedenti motori di ricerca che davano la priorità alla densità delle parole chiave dei contenuti sopra ogni altra cosa.

Soprannominando il loro progetto alle prime armi "BackRub", Page e Brin hanno testato il loro web crawler nel marzo 1996, iniziando con la scansione della pagina web di Stanford di Page. Tutti i dati raccolti sono stati quindi analizzati e ordinati dal loro brillante algoritmo di ranking chiamato PageRank, che classifica i siti Web in base al numero di volte in cui sono stati collegati da altri siti di alta autorità o popolari.

Motivati ​​dalle recensioni positive ottenute da BackRub, Page e Brin hanno lanciato la primissima versione di Google nell'agosto 1996 mentre lavoravano dalle loro stanze del dormitorio, utilizzando personal computer presi in prestito e acquistando terabyte di spazio di memoria con le proprie carte di credito. Il nome "Google" era un derivato della parola "googol", che significa un 1 seguito da cento zeri, alludendo agli enormi volumi di informazioni che dovevano setacciare per popolare i risultati di ricerca corretti. Questa parola era stata citata nel libro Mathematics and the Imagination di James Newman e Edward Kasner, qualcosa che il duo aveva letto e amato.

L'evoluzione di Google

Dopo i primi anni alla Stanford University, i fondatori di Google Larry Page e Sergey Brin non hanno potuto più tornare indietro. Ripercorriamo i loro passi negli ultimi due decenni circa e ti diamo uno sguardo alla creazione della storia di Google:

La fine degli anni '90

Google ha iniziato a fare notizia dopo il suo lancio iniziale ed è stato notato da molti investitori della Silicon Valley (in California, USA), incluso il co-fondatore di Sun Microsystems, Andy Bechtolsheim. Scrisse a Brin e Page un generoso assegno di $ 100.000, spingendoli a stabilire un ufficio nel garage di un'amica, Susan Wojcicki a Menlo Park in California. Susan è stata una delle loro prime assunzioni e ha continuato a diventare lo stimato CEO di YouTube. Un tappeto blu minimalista, un tavolo da ping pong e più computer desktop hanno segnato l'inizio della loro tradizione di mantenere le cose allegre e colorate.

Il 1998 ha visto l'indicizzazione di oltre 60 milioni di pagine web da parte di Google, sebbene il suo nome portasse ancora il tag "beta" (che indica lo stato del test). Anche il fondatore di Amazon, Jeff Beezos, si è interessato molto a Google e ha investito su di esso negli anni successivi. Ciò ha alimentato la loro corsa alle assunzioni con l'assunzione di ingegneri, personale amministrativo, professionisti del marketing e altri a bordo. Hanno anche trasferito la base a Palo Alto nel 1999, poiché era un ambiente più spazioso per il loro personale ora in crescita.

Si ritiene che in questo periodo i fondatori di Google abbiano provato a vendere la loro idea a un certo numero di potenziali acquirenti, tra cui Yahoo, Excite e altre società della Silicon Valley, ma tutti i colloqui sono falliti. Nel settembre 1999, Google ha lasciato andare il tag "beta" dal suo titolo ed è entrato in una fase di crescita ancora più significativa. Armato di una missione semplice ma potente, "organizzare le informazioni del mondo e renderle universalmente accessibili e utili", Google era pronto per cambiare il modo in cui il mondo utilizzava Internet!

Gli anni 2000

Il 2001 ha visto Google depositare un brevetto per il suo rivoluzionario software PageRank sotto il nome del creatore Page. Alla fine si sono trasferiti a Mountain View, in California, nel 2003 poiché ospitava un vasto complesso di uffici ora notoriamente chiamato Googleplex. Nel 2004, il gigante dei media ha fatto la sua prima offerta pubblica di azioni nel timore che la sua notevole crescita vertiginosa avrebbe influito negativamente sulla cultura aziendale. Per mettere a tacere tutte queste voci, l'azienda ha lanciato un nuovo motto, "Non fare il male", un riflesso del suo impegno a svolgere le sue operazioni quotidiane senza pregiudizi personali e con assoluta obiettività. I fondatori hanno persino concordato in un rapporto ai futuri investitori che l'IPO (offerta pubblica iniziale) non avrebbe avuto alcun impatto sulla cultura aziendale e sulla ricerca dell'eccellenza. Per dimostrare ulteriormente che intendevano sul serio, hanno nominato un Chief Culture Officer per garantire che i dipendenti di Google mantenessero la rotta quando si trattava di cultura aziendale.

Gli anni 2000 hanno visto anche il lancio di molti prodotti Google di riferimento, tra cui Google News (2002), Google Maps (2005) e molti altri. Tuttavia, la storia di Google negli anni 2000 vanta una manciata di altri importanti sviluppi che hanno plasmato il futuro dell'azienda. Sebbene i fondatori Page e Brin inizialmente pensassero fortemente di non avere annunci sulle SERP di Google, sono arrivati ​​​​abbastanza rapidamente e hanno approvato la visualizzazione di annunci testuali barebone. Sebbene inizialmente Google mostrasse risultati organici semplici con evidenziazioni blu, si è rapidamente evoluto per includere molte funzionalità aggiuntive, tra cui immagini, video, ecc.

Google AdWords è stato lanciato nel 2000, con grande gioia dei marketer online, poiché ciò significava che potevano fare offerte per parole chiave molto richieste pertinenti al loro dominio e pagare utilizzando un modello PPC. Oggi, il numero e il layout di tali annunci potrebbero essere diversi (soprattutto a causa dell'introduzione dei Knowledge Graph di Google, salutari caselle di dati strutturati visualizzati a destra di una SERP, nel 2012) da quando è stato introdotto Google AdWords. Tuttavia, permane il requisito fondamentale che gli annunci soddisfino il criterio di pertinenza della query di ricerca. Google AdWords ha anche cambiato il modo in cui lavoravano i marketer digitali, essendo giunti alla conclusione che una solida strategia di marketing online è basata su una combinazione di SEO (ottimizzazione per i motori di ricerca) e PPC.

Google ha anche introdotto la sua prima modifica confermata dell'algoritmo, l'aggiornamento di Boston nel febbraio 2003, che ha portato a un rimescolamento delle classifiche di Google dei siti. Questo ha segnato l'inizio di "Google Dance", una serie di frequenti cambiamenti nel loro programma di ricerca per tenere il passo dei webmaster che cercano scorciatoie per far brillare il loro sito. Oltre a ciò, nel 2005 è stata lanciata la ricerca personalizzata, tenendo conto del precedente comportamento degli utenti online, posizione, ecc. Il 2007 ha visto l'incorporazione della ricerca universale, una funzionalità che ha popolato anche immagini, video, notizie e altri risultati pertinenti per un termine di ricerca. Google Suggest (una funzione di completamento automatico che suggerisce varie versioni di una query di ricerca mentre viene immessa) è stato lanciato ufficialmente nel 2008.

Gli anni 2010

Negli anni 2010, Google ha continuato a lanciare molti più prodotti e ad apportare modifiche al suo algoritmo di ricerca. Google Instant (una funzione che visualizza i risultati di ricerca mentre viene digitata la query di ricerca) è stato implementato nel 2010. L'ormai dismesso Google+ è stato introdotto nel 2011. Allo stesso modo, sono state lanciate altre iniziative come orkut, Google Friend Connect e Google Buzz rispettivamente nel 2004, 2008 e 2010. Sono stati poi ritirati rispettivamente negli anni 2014, 2012 e 2011. Schema.org è stato introdotto nel 2011 per aiutare i siti a comunicare meglio con i web crawler tramite tag di contenuti avanzati. Sebbene gli snippet in primo piano siano stati introdotti per la prima volta come "Risposte rapide" (che non sempre riportavano il collegamento alla fonte) nel 2013, non è stato fino al 2015 che la comunità di ricerca ha iniziato a farvi riferimento come risultati in primo piano (con collegamenti ai siti da cui le informazioni è stata scattata). Nel 2015, Google e le sue numerose sussidiarie sono state raggruppate sotto Alphabet Inc., una holding centrale.

Google ha anche apportato molte modifiche degne di nota al suo algoritmo di ricerca negli anni 2010, influenzando così la storia della SEO. Gli esperti tecnici di SEO sono stati costretti a fare il punto su Panda (2011), Penguin (2012), Hummingbird (2013) e altri importanti cambiamenti. Mentre l'aggiornamento Panda aveva lo scopo di impedire ai siti di spam di bassa qualità di posizionarsi in alto, l'aggiornamento Penguin ha penalizzato coloro che hanno acquistato collegamenti da reti di creazione di collegamenti. L'aggiornamento di Hummingbird è stato un altro passo importante verso una ricerca semplice e conversazionale, significativa e contestuale. L'aggiornamento di Big Daddy del 2017 ha aiutato a far luce sulla relazione tra backlink e siti, canonicalizzazione di URL, reindirizzamenti, ecc. Nel 2018 è stato implementato l'aggiornamento dell'algoritmo Mobile Speed, confermando che la velocità della pagina mobile è davvero un fattore di ranking.

Oltre a queste rivoluzionarie modifiche all'algoritmo di ricerca, Google ha anche lanciato AMP (pagine mobili accelerate) e PWA (applicazioni web progressive) rispettivamente nel 2016 e nel 2017. Mentre il primo aveva lo scopo di migliorare le prestazioni delle pagine Web sui dispositivi mobili, il secondo ha portato le app mobili ai clienti tramite i browser Web.

Alcuni prodotti popolari nella storia di Google

Nel corso della breve storia di Google, l'azienda è stata sotto i riflettori per tutte le giuste ragioni. Ha lanciato un'ampia varietà di prodotti che hanno continuato ad attrarre milioni di utenti Internet ogni giorno. Raramente un'azienda si è espansa in tanti settori come Google. A tal proposito, ecco uno sguardo ai sei prodotti Google più popolari di tutti i tempi:

Gmail

Corre l'anno 2001, un anno importante nella storia di Google, quando Paul Buchheit, un dipendente di Google, ha iniziato a lavorare su un prodotto di posta elettronica che avrebbe soddisfatto le crescenti esigenze di archiviazione e comunicazioni interne dell'azienda. Buchheit aveva lavorato in precedenza negli anni '90 su una e-mail basata sul web. Per Google, ha utilizzato Ajax per creare un client più reattivo e più veloce. Nell'aprile 2004, Gmail è stato reso disponibile al pubblico, con una capacità di archiviazione allora enorme di 1 GB, insieme a funzionalità di ricerca avanzate. Questo è stato un enorme miglioramento rispetto a ciò che offrivano concorrenti come Yahoo, AOL e Hotmail, che all'epoca offrono alcuni megabyte di spazio di archiviazione.

libri di Google

Nel 2002, Larry Page ha sperimentato il lancio di un database digitale di riviste e libri. Il nome in codice del progetto – Project Ocean – era unico come i risultati che stava cercando di ottenere. Google ha utilizzato il riconoscimento ottico dei caratteri per convertire copie scansionate di riviste e libri in testi. I libri sono stati forniti da autori o editori tramite il Progetto Biblioteche o il Programma Partner Google Libri. Google Books è stato lanciato con l'obiettivo di democratizzare la conoscenza, ma in seguito ha dovuto affrontare massicce critiche per la mancanza di protezione contro potenziali violazioni del copyright.

Youtube

Google ha dovuto superare aziende come Yahoo, Viacom e Microsoft per ben 1,65 miliardi di dollari per acquistare YouTube. È stato un accordo reciprocamente vantaggioso per entrambe le parti. YouTube, che aveva solo un anno, ha ottenuto l'accesso alle notevoli risorse di Google, mentre Google ha sostituito la sua piattaforma Google Video ormai defunta con un'opzione più popolare. Questa è stata una delle acquisizioni chiave nella storia di Google poiché YouTube è diventato una pietra angolare della vita online e della cultura moderna e un enorme generatore di entrate per i servizi pubblicitari di Google.

Google Earth

Nella storia di Google, Google Earth ha fatto la sua prima apparizione nel 2001, quando Keyhole Inc., una società di sviluppo software, è stata fondata in California. Keyhole è specializzata nello sviluppo di applicazioni utilizzando la visualizzazione dei dati geospaziali. Google ha rilevato Keyhole nel 2004. Nel 2005, l'applicazione Earth Viewer di Keyhole è stata lanciata come Google Earth. L'applicazione fornisce un modello 3D della Terra basato su immagini satellitari. Mappa ogni struttura sulla Terra sovrapponendo dati GIS, fotografie aeree e immagini satellitari in un globo 3D che consente agli utenti di visualizzare paesaggi e città da varie angolazioni.

Sistema operativo Google Android

Il primo sistema operativo mobile di Google, Android, era più una versione open source e modificata del kernel Linux. Progettato principalmente per tutti i dispositivi mobili touchscreen come tablet e smartphone, è stato presentato con il lancio del primo dispositivo Android - HTC Dream/T-Mobile G1 - per uso commerciale nel settembre 2008. Fin dal suo lancio, Android ha consolidato il suo posto nella storia di Google come uno dei loro prodotti più utilizzati, in esecuzione su un'ampia gamma di prodotti elettronici di consumo come PC, fotocamere digitali, console di gioco, TV e altro ancora.

Google Chrome

La storia del browser Google Chrome risale al 2008, quando hanno assunto numerosi sviluppatori di Mozilla Firefox per creare Chrome per Windows XP. Questo è stato seguito dalle versioni di rilascio adatte per Mac OS X e Linux nel 2009. Sebbene fosse un software beta, incorporava schede in modalità sandbox per una navigazione più stabile e veloce. Dieci anni dopo, Chrome è diventato il browser Web più dominante al mondo, con una quota di utilizzo fino al 60% a livello mondiale. È un'enorme forza trainante che mantiene la ricerca di Google popolare e pertinente oggi.

Il futuro di Google

Mentre Google sta esplorando molte idee uniche e all'avanguardia come i progetti Loon, Google Fi, Android Pay e altro, la ricerca online rimane ancora al centro della sua attenzione. Le pagine ottimizzate per i dispositivi mobili sono la via da seguire per i proprietari di siti Web e gli esperti SEO poiché il numero di utenti mobili ha superato quello degli utenti desktop. L'indicizzazione dei siti mobile-first è ormai una norma e le persone si affannano a vedere come funziona il loro sito sui dispositivi mobili. I risultati di ricerca di Google sono pubblicizzati per essere visualizzati sotto forma di singole schede per una facile leggibilità e utilità/convenienza. Il Knowledge Graph può spostarsi dal lato destro della SERP al di sotto dei risultati della ricerca. Oltre a questi, la decisione di Google di smettere di supportare la direttiva no-index nei file robots.txt e mostrare le favicon è in attesa della luce del giorno.

Conclusione

Google oggi ha uffici in 50 paesi e impiega circa 60.000 persone. I suoi numerosi prodotti sono utilizzati da miliardi di persone in tutto il mondo e sono diventati parte integrante delle nostre vite. È una delle più grandi storie di successo dei nostri tempi e non mostra alcun segno di rallentamento o di rinuncia al suo primo posto. Dall'essere almeno cinque volte più veloce di altri motori di ricerca contemporanei e dall'avere un indice del sito molto più profondo alla priorità della pertinenza/contesto dei risultati di ricerca e degli snippet che sono specifici della query, Google si è reinventato di volta in volta. Mentre il suo futuro sembra più luminoso che mai, utenti e webmaster di tutto il mondo aspettano con il fiato sospeso per vedere cosa si inventano dopo.

Se ti è piaciuto questo post, diccelo nella sezione commenti. Mentre abbiamo molto altro in serbo per te nei giorni a venire, ci piacerebbe anche sapere se hai qualche suggerimento per noi. Per gli ultimi aggiornamenti sul mondo del marketing digitale, continua a leggere il nostro blog!

© 2021 motori-di-ricerca.org